Un'opzione call binaria cash-o-niente

Tasse in opzioni binarie Oggi Avatarnumedia

La Cash or Nothing è in assoluto l’opzione più utilizzata ad oggi dai trader finanziari e di fatto quella che si incontra più frequentemente nei trading online. Tra i grandi meriti di questa opzione non si può non menzionare il ruolo determinante che ha svolto nel far conoscere le opzioni binarie e soprattutto nel farle amare. Partiamo dicendo che nessun’altra opzione binaria presenta un meccanismo di funzionamento paragonabile in termini di semplicità a quello della Cash or Nothing, perfetta quindi per trader esordienti o comunque poco esperti. Esso infatti si basa sullo speculare sulla variazione dei tassi alla data di scadenza.

Alcuni tipi di opzioni e strategie opzioni binarie broker

Il prezzo per questa opzione infatti è determinato in funzione del prezzo del capitale calcolato al momento della sottoscrizione dell’opzione stessa. Inoltre dopo averla sottoscritto l’investitore può scegliere che tipo di speculazione intende effettuare, se al rialzo o al ribasso, scegliendo tra i due contratti previsti, il Call o il Put. Se infine il prezzo d’esercizio del capitale corrisponde precisamente al prezzo, si dice che l’opzione è “nel denaro”. Semplificando il tutto, è possibile limitarsi a dire che l’investitore deve preoccuparsi solo dell’evoluzione del capitale, di un eventuale rialzo o ribasso di quest’ultimo durante il lasso temporale coperto dall’opzione.

Trovare il broker di opzioni binarie migliore – odalys-mendez

Opzione binaria Opzioni binarie grafico tick

L’unica nota degna di attenzione riguarda semplicemente i termini utilizzati per la descrizione dei contratti che, essendo come al solito anglicismi, possono portare a malintesi. Il contratto Call è da utilizzarsi quando si intende speculare al rialzo, mentre il contratto Put a ribasso. Uno degli aspetti principali dell’opzione Cash or Nothing, ed in realtà il nome è già abbastanza esplicativo, è l’alto tasso di guadagno previsto in caso di previsione corretta, che può raggiungere addirittura la quota del 200% dell’investimento iniziale. Ovviamente un tale tasso è giustificato dal rischio di perder, in caso di previsione scorretta, fino all’85% dell’investimento iniziale.

Opzioni Binarie Above/Below -

La strategia ideale resta sempre quella di cercare tra i vari broker quello che mette a disposizione l’opzione Cash or Nothing con redditività più alta a rischio ridotto. Nonostante tutto comunque, l’opzione Cash or Nothing resta la più indicata per trader alle prime armi che, senza particolare esperienza e quindi senza le conoscenze necessarie, possono ottenere dei guadagni semplicemente basandosi sul caso, avendo dalla loro parte il 50% delle possibilità di successo qualsiasi cosa succeda. L’opzione binaria Sopra/Sotto è molto simile all’opzione binaria Alto/Basso: la struttura alla base è la stessa, ma cambiano alcuni parametri fondamentali: si ha pertanto un aumento del coefficiente di rischio delle operazioni condotte utilizzando questo tipo di opzione e un proporzionale aumento del rendimento associato alle operazioni medesime. I rendimenti di un’opzione call binaria Sopra/Sotto partono generalmente, infatti, dal 300% del capitale investito: se si pensa che le opzioni call Alto/Basso raggiungono un tetto di rendimento massimo del 90% – 93% (e sono rari i casi in cui si toccano queste vette), ci si rende conto di come debbano per forza essere cambiati anche i rischi collegati a questo tipo di opzione. Vediamo quindi dove sta l’elemento alla base di questo profondo cambiamento delle caratteristiche dell’opzione: l’innalzamento della soglia di prezzo al di sopra della quale l’opzione sarà “in the money” (ossia produrrà un ritorno per l’investitore). Mentre le opzioni binarie Alto/Basso prendono in considerazione come punto di partenza il prezzo dell’attività sottostante al momento dell’acquisto delle opzioni in questione, chiedendo all’investitore di prevedere (correttamente, perchè l’opzione scada “in the money”) se tale prezzo sarà, alla scadenza, superiore o inferiore rispetto al valore che aveva al momento dell’acquisto, le opzioni binarie Sopra/Sotto partono invece da un prezzo superiore (se si usano le opzioni binarie call Sopra/Sotto) o inferiore (nel caso delle opzioni binarie put Sopra/sotto) rispetto a quello di mercato al momento dell’acquisto dell’opzione. Pertanto la difficoltà previsionale, specialmente in momenti di alta volatilità di mercato, aumenta considerevolmente: per ottenere gli alti ritorni associati all’operazione bisogna infatti riuscire a superare l’ostacolo determinato dallo spread di prezzo tra il prezzo limite e quello effettivo dell’attività sottostante (un indice di borsa, titolo azionario, una coppia di valute Forex o una commodity) al momento dell’acquisto, perchè l’opzione sia “in the money”. Per riassumere: esattamente come per le opzioni call binarie Alto/Basso, per guadagnare con l’opzione call binaria Sopra/Sotto bisogna prevdere correttamente se il prezzo dell’attività sottostante l’opzione si troverà al di sopra di un determinato prezzo: mentre nel primo caso però il prezzo di riferimento è quello dell’attività sottostante al momento dell’acquisto dell’opzione, nel secondo il prezzo sarà determinato dal prezzo al momento dell’acquisto più uno spread, rendendo più difficile fare una previsione corretta.

Published

Add comment

Your e-mail will not be published. required fields are marked *