Reddito lordo vs flusso di cassa

IL RENDICONTO FINANZIARIO FUNZIONE ED ANALISI CRITICA

) piuttosto che il valore, oppure il valore futuro contro il prezzo iniziale. Le procedure impiegate, che consentono d’imporre un proprio saggio di sconto legato a considerazioni soggettive di profittabilità dell’imprenditore, possono essere applicate a qualsiasi operazione d’investimento immobiliare: Forniscono gli elementi utili per pianificare le strategie commerciali (sia per la vendita del prodotto edilizio che per la realizzazione dell’opera) avendo, nell’immediato, una previsione dell’effetto che le scelte attuate hanno sul rendimento dell’investimento (è possibile variare l’importo e il tempo delle poste all’interno del periodo di durata dell’investimento). Sono metodologie che sono utilizzate dagli istituti bancari e/o richieste da possibili finanziatori per approvare/presentare richieste di finanziamento; rappresentano il modo migliore per dimostrare che il proponente ha seguito un dettagliato processo valutativo delle opportunità offerte dall’operazione immobiliare. Il flusso di cassa è l’insieme delle poste attive e passive di un investimento, rappresentato come operazione finanziaria.

Diapositiva 1 - Dipartimento di Economia

E’ una tecnica che prevede l’uso di modelli finanziari che si basano su assunzioni esplicite riguardanti i flussi di cassa di un immobile o di un impresa. Nel caso degli immobili è solitamente impostata sul reddito lordo (da locazione e/o vendita) meno le spese di gestione o di realizzazione, lo sfitto, le mancate riscossioni e, se ricorre, considerando anche un valore di rivendita finale. Vengono di seguito illustrati alcuni esempi di flusso di cassa con i relativi grafici. Esempio n.1 Il flusso di cassa rappresentato è il classico esempio di un’operazione immobiliare che prevede l’acquisto iniziale, l’avvio della progettazione, l’inizio dei lavori fino a loro completamento (in rosso).

Diapositiva 1 - Dipartimento di Economia

Presentazione di PowerPoint - Economia Aziendale

Le vendite (in verde) inizieranno in una fase avanzata del cantiere, raggiungendo il loro picco in prossimità della fine dei lavori fino ad esaurimento alcuni mesi/trim. 2 Il flusso di cassa rappresentato è il classico esempio di un’operazione immobiliare di un investitore che dispone già dell’immobile o del terreno, l’avvio della progettazione, l’inizio dei lavori fino a loro completamento. Il principio di competenza applicato al bilancio in base al quale un costo o un ricavo è tale non necessariamente perché abbiamo pagato o incassato una determinata somma di denaro, ha sempre creato dei problemi oltre che una certa diffidenza ai non addetti ai lavori, ( e in alcuni casi anche agli esperti..) a tal punto da, estremizzando, ritenere il dato contabile non “perfettamente veritiero” o meglio ancora “non utile”. Le operazioni di gestione, come noto, producono effetti sia economici (costi e ricavi) sia finanziari (nascita ed estinzione di crediti e di debiti; entrate ed uscite monetarie). Gli effetti economici della gestione sono sintetizzati nel Conto economico che esplicita , attraverso la differenza fra costi e ricavi da cui emerge l’utile di esercizio, l’incremento (decremento) che il patrimonio netto ha avuto per effetto della gestione.

Analisi economico finanziaria - Città metropolitana di Bologna

Non è dato conoscere invece, leggendo il bilancio, le disponibilità finanziarie originatesi durante l’anno e il loro impiego (flussi finanziari). Lo stato patrimoniale non mostra chiaramente le variazioni avvenute nella raccolta e nell’impiego delle risorse finanziarie e le cause che hanno determinato tali variazioni. I principi contabili internazionali, il cui obiettivo principale è di fornire informazioni utili agli investitori per prendere decisioni, riconoscono tali limiti e impongono ai redattori di bilancio la predisposizione del rendiconto finanziario, ovvero di quel documento idoneo a rappresentare la dinamica finanziaria di un’azienda. I rendiconti finanziari servono ad illustrare la dinamica finanziaria dell’azienda evidenziando l’andamento nel tempo degli impieghi (investimenti) e delle fonti utilizzate (patrimonio netto, debiti) per la loro copertura, consentendo una valutazione critica della politica finanziaria adottata. Il prospetto fonti e impieghi è di facile intuizione, prevedendo due parti contrapposte, costruite tramite il confronto (variazioni) delle voci relative agli stati patrimoniale degli ultimi due anni (anno appena concluso e anno precedente). A sinistra posizioniamo le fonti di liquidità (entrate monetarie), a destra gli impieghi di liquidità (uscite monetarie). Qualsiasi movimentazione che genera un’entrata di liquidità in azienda è inserita come fonte ( ); qualsiasi movimentazione che genera un’uscita di liquidità in azienda è inserita come impiego (‐). Pertanto, le variazioni negative di attività e variazioni positive delle passività sono incluse come fonti ( ), in quanto determinano un aumento delle risorse monetarie dell’azienda.

Published

Add comment

Your e-mail will not be published. required fields are marked *